Käfer, Die Zeitung, Numero 2012/2

Una vista da far innamorare! Le colline di Cavaion Veronese cadono con dolcezza fino al lago che, lontano qualche chilometro, brilla tranquillo al sole serale. Un paesaggio mediterraneo da sogno, dolce e rigoglioso. Ci rilassiamo nelle comode poltrone di bambù che circondano un tavolo elegantemente e stravagantemente apparecchiato e sul prato inglese respiriamo la magia della scenografia della terrazza della Tenuta Cipressi e Olivi. Non conoscevamo ancora la Tenuta, ma le entusiaste raccomandazioni di più albergatori locali ci hanno incuriosito. Siamo stati accolti con gentilezza e discrezione e l’aperitivo offerto – un meraviglioso Franciacorta – ha rappresentato l’inizio di una serata gastronomica indimenticabile. Sulla carta si trovano soprattutto piatti di pesce e così ordiniamo un carpaccio di salmone, un involtino di astice e uno spiedino di capesante. Le freschissime creazioni di pesce si sciolgono sulla lingua; ordiniamo anche una insolitamente succosa chateaubriant e, per concludere, una delicata crema gelata al limoncello, basilico e limone. Siamo entusiasti: una cucina straordinariamente delicata e perfettamente realizzata, un posto unico con vista lago, servizio altamente qualificato. Ci sentiamo fortunati per la scoperta e lanciamo uno sguardo all’interno del ristorante. Intime nicchie, decorazioni floreali ridondanti, antichi candelabri, carta da parati floreale e dettagli esotici: l’interior è particolare e riuscitissimo e rende la Tenuta una meta molto esclusiva anche con il brutto tempo."

Guida Gambero Rosso 2012

La posizione è fantastica, immersa nel verde, con vista lago unica. Il servizio è attento e professionale e il menu si poggia su una qualità assoluta della materia prima. Polpo arrostito su pachino e stracciatella, tartare di capesante preparate al tavolo, fregola sarda con scampi e lime, insalata di panzanella e astice e ricciola alla brace con verdurine. Tutto perfettamente eseguito, col fine ultimo di portare il mare in tavola, grazie a una tecnica che c’è, ma non si vede. I dolci sono fatti in casa, così come i diversi pani; strepitosa la crema bruciata al parmigiano con semifreddo alle pere. Carta dei vini pensata, con proposte regionali e nazionali più qualche champagne, a prezzi onesti."

Das Neue Blatt, Maggio 2010, Numero 22

Atmosfera rilassata, una cena squisita e molto vino rosso ha dominato la strepitosa festa di matrimonio di…"